Liam Gallagher: “Peccato che a Noel io non piaccia, io gli voglio bene. Non vuole la reunion e finirà per suonare nei pub”

Intervistato dalla versione spagnola della rivista ICON, allegata al quotidiano El País, Liam Gallagher ha lanciato alcuni messaggi di riconciliazione nei confronti di Noel e si è detto deluso dal fatto che il fratello non voglia rimettere in piedi gli Oasis.

“Mi chiedono sempre quando torneranno gli Oasis”, dice Liam. “In questo momento le cose non stanno per niente bene. Comincio a credere che a Noel io non piaccia davvero. Ho sempre pensato che quando mi sfotteva scherzasse, che in realtà mi amasse, ma ho la sensazione che sia vero che non gli piaccio. È un peccato. Io lo adoro. Siamo fratelli. Ho un altro fratello e neanche lui gli parla. Noel è nel suo cazzo di mondo in questo momento. Non so che succede a quello stronzo. Non è contento di fare pop cosmico. Non è felice di essere il leader. Non è contento di avere tutti quei soldi. Non è contento della sua bella ragazza. Non è contento dei suoi 80 milioni di sterline. Non è contento di niente. Cosa cazzo lo rende felice? Finirà per suonare nei pub, perché i fan degli Oasis finiranno nelle sue narici”.

“Non avremmo mai dovuto separarci, ecco cosa penso. È stata una decisione sua. Non c’erano rancori, ma lui voleva andarsene per i fatti suoi. Non tollerava di stare in piedi al mio fianco perché questa cosa gli rubava la scena. Fanculo, Noel. Sai una cosa? Ai miei concerti vengono i ragazzini. E stanno andando bene. Quindi sono abbastanza felice di fare questo. Ma, come ho detto, sono qui, pronto a tornare. Con le valigie pronte. Quando ho trascorso anni senza fare nulla e i nostri manager hanno discusso della possibilità di tornare con gli Oasis, lui ha rifiutato: ‘Be’, gli altri nel gruppo sono in cattive condizioni’, ha detto. Bene, sono già in forma. Potrei farlo domani. Sono preparato. Ho venduto tutti i cazzo di biglietti durante il mio cazzo di tour. Andiamo! Ma non accadrà, perché Noel vuole tutto per sé. Il suo cazzo di ego è fuori controllo”.