Liam Gallagher: As It Was, in arrivo un nuovo documentario

Secondo Hollywood Reporter sarebbe prossima l’uscita di un nuovo documentario, intitolato Liam Gallagher: As It Was, che sarà distribuito in tutto il mondo dalla Altitude.
L’opera, diretta da Charlie Lightning, racconterà l’emozionante storia di una delle più grandi rock’n’roll star della storia, dai tempi degli Oasis fino alla sua carriera solista.
“E’ un documentario sul mio ritorno sulle scene musicali”, ha affermato Liam. “Mostrerà tutta la fase di scrittura e registrazione del mio album di debutto e della prima volta in cui l’ho presentato sul palco nella mia Manchester. Spero vi piaccia.”
“Conoscendo la personalità e la creatività di Liam da dieci anni a questa parte, vedendolo nuovamente dove dovrebbe sempre essere e osservare le reazioni scatenate dal suo ritorno è stato fantastico. Sono stato vicino a Liam per catturare la sua parte più personale e raccontare la storia con le sue stesse parole ha reso il film una cosa fantastica. Quello di Liam è stato il ritorno sulle scene più grande di tutti i tempi e voi spettatori sarete lì con lui ad ogni suo passo.”
Fonte: hollywoodreporter.com

Liam Gallagher aprirà ai Rolling Stones il 22 maggio a Londra

Sarà Liam Gallagher ad aprire il maestoso tour dei Rolling Stones “Stones No Filter”, che tra maggio e giugno 2018 toccherà otto strepitosi luoghi della Gran Bretagna. L’ex Oasis si esibirà il 22 maggio a Londra, prima dello show di Mick Jagger e soci.

Di seguito la lista dei concerti e relativi gruppi di supporto:

22 maggio, London Stadium – Liam Gallagher
25 maggio, London Stadium – Florence & The Machine
29 maggio, St Mary’s Stadium, Southampton – The Vaccines
02 giugno, Ricoh Arena, Coventry – The Specials
05 giugno, Old Trafford, Manchester – Richard Ashcroft
09 giugno, BT Murrayfield Stadium, Edinburgh – Richard Ashcroft
15 giugno, Principality Stadium, Cardiff – Elbow
19 giugno, Twickenham Stadium, London – James Bay

“È un sogno che si avvera che mi venga chiesto di aprire ai Grandi Rolling Stones, la migliore rock ‘n’ roll band di SEMPRE”, ha scritto Liam oggi sui suoi profili social, annunciando il concerto.

Nuove date a novembre in Europa per Liam Gallagher

Liam Gallagher ha aggiunto nuove date per un mini tour in Europa a novembre 2018. In tutto saranno undici date: suonerà in Belgio, Germania , Italia, Francia, Svezia, Norvegia, Lussemburgo, Olanda e Danimarca.

I biglietti saranno disponibili dalle ore 10 di mercoledì 4 aprile, in prevendita su MyLiveNation: per accedere è necessario registrarsi su livenation.it. Dalle ore 10 di venerdì 6 aprile, invece, sarà possibile acquistare i biglietti anche su Ticketmaster, Ticketone e in tutti i punti vendita autorizzati.

{CAPTION}

Liam Gallagher “spaventa” e raggiunge i Killers sul palco del Lollapalooza Brasile

Liam Gallagher ha fatto una comparsata a sorpresa sul palco del Lollapalooza Brasile mentre i Killers erano impegnati ad eseguire dal vivo All These Things That I’ve Done. Verso la fine dello show Liam Gallagher è salito sul palco spaventando Brandon Flowers che, sorpreso poi, lo ha salutato con un “Fucking Liam Gallagher” e lo ha abbracciato. Alla fine della canzone, The Killers hanno suonato un pezzo di Gas Panic!, canzone degli Oasis del 2000 contenuta nell’album Standing On The Shoulder Of Giants.

Liam Gallagher & Richard Ashcroft

Liam Gallagher e Richard Ashcroft hanno annunciato delle esibizioni per il prossimo maggio, in occasione di una serie di concerti in diverse città del Nord America (10 maggio a San Francisco, 11 maggio a Los Angeles, 13 maggio a Toronto, 14 maggio a Boston, 16 maggio a New York, 17 maggio a Philadelphia); Liam terrà un ultimo concerto negli USA il 18 maggio a Washington, ma senza Ashcroft. E’ stato confermato qualche settimana fa che Liam Gallagher terrà un concerto il 21 giugno in Italia, in occasione dell ‘iDays che si terrà a Rho, nei pressi di Milano. Nella stessa giornata anche i Killers. Il sito ufficiale di Ashcroft annuncia che il 15 e il 16 giugno sarà “special guest” di due concerti irlandesi di Liam Gallagher, a Dublino e a Belfast.

Liam Gallagher costretto ad interrompere il live di Lollapalooza Chile

Liam Gallagher è stato costretto ad abbandonare il pubblico in pieno concerto perché non soddisfatto del live a causa di una sinusite fortissima. Prima di lasciare il palco, Liam ha detto alla folla “Suona fottutamente orribile, non posso continuare a cantare”. La motivazione ufficiale dell’abbandono del palco non ha esitato ad arrivare a mezzo Twitter: “A causa di un’infezione alle vie respiratorie in corso, siamo stati costretti a tagliare lo show al Lollapalooza di Santiago del Cile di questa sera”, si legge: “A Liam è stata diagnosticata una forma di sinusite: l’infezione, partita dal naso qualche settimana fa, ha poi interessato anche alle orecchie, per poi estendersi e tramutarsi in bronchite. Ha cercato di proseguire nei concerti ma oggi faceva fatica a respirare sul palco e non è stato in grado di proseguire lo spettacolo. E’ molto deluso e arrabbiato per non essere riuscito a terminare il concerto e vuole scusarsi con quanti siano venuti a vederlo questa sera per quanto successo: la promessa è quella di recuperare quanto prima la data a Santiago”. Si stanno aspettando aggiornamenti sulle condizioni fisiche di Liam e non è ancora chiaro se riuscirà a mantenere le prossime date del calendario sudamericano, la prossima delle quali sarà mercoledì 21 marzo, a San Paolo, in Brasile.

Liam Gallagher: “La fine degli Oasis? A MTV Unplugged 1996, quando scoperchiai il vaso di Pandora”

Intervistato da Jo Whiley per BBC Radio 2, Liam Gallagher ha raccontato che “la fine degli Oasis” per lui coincide con il concerto per MTV Unplugged alla Royal Albert Hall dell’agosto 1996, quando diede buca a causa di un mal di gola, consentendo al fratello Noel di prendersi la scena.

“Ad essere onesti la sera prima avevo bevuto troppo e avevo mal di gola”, ha detto Liam. “Avrò pensato: ‘Sai che ti dico? Non vale la pena sottoporre queste persone a questo spettacolo triste di me che grido e urlo. Non sarà bello come pensavo. Il fratellone è disponibile a farlo’. Così l’ha fatto lui”.

“Ha detto di recente che quella cosa gli ha messo molta pressione addosso? A lui è piaciuto molto, amica. È stato allora che ho scoperchiato il vaso di Pandora e ho fatto uscire il genio dalla lampada. Appena ha fatto quello, lui ha pensato: ‘Oh, so fare questo!’. Penso che sia stata quella la fine degli Oasis. Penso abbia fatto un buon lavoro. Ho assistito all’esibizione dalla balconata, continuando a bere …”

“Se mi pento di quello? No, non mi pento di nulla. Le cose succedono, no? Se inizi a pentirti di tutto e cominci a tornare indietro nel tempo poi non è giusto, capisci? Certe cose succedono, no? Sono onesto, amica. Se fossimo tutti perfetti penso che sarebbe molto noioso, capisci? Sono uscito e forse mi sono sballato e forse ho bevuto troppo, ma penso comunque di essermene scusato subito dopo. No, non mi pento di nulla”.

Ascolta qui l’audio completo dell’intervista rilasciata da Liam a Jo Whiley.